WESTMINSTER AI TORIES. IL SINN FEIN VINCE IN NORD IRLANDA

Loading

David Cameron sta cercando a formare il primo governo conservatore dal 1997. Non un’impresa facile. Anche perché dovrà essere un governo di coalizione. I Tories hanno offerto ai Liberal Democratici (buoni terzi, con buona pace di tutti i sondaggi) un accordo per governare insieme. Ma Nick Clegg e i suoi nicchiano.
Per ora dunque Gordon Brown rimane in sella. Anche per lui il problema delle prossime ore è cercare di fare un’offerta convincente a Clegg. E la riforma del sistema elettorale potrebbe essere la carta vincente. I risultati finali confermano i Tories al primo posto con 306 seggi (97 in più che nelle passate elezioni) pari al 36% dei voti. I Laburisti si fermano a 258 seggi (89 in meno che alle scorse elezioni) pari al 29%. I Liberal Democrats si fermano a 57 seggi (3 in meno) pari al 26%.
Un risultato importante invece l’ha ottenuto il Sinn Fein in Nord Irlanda. Non solo il partito repubblicano ha confermato i 5 seggi che aveva al parlamento di Westminster, ma ha anche aumentato i suoi voti. Il presidente Gerry Adams ha vinto facilmente a West Belfast con oltre 22mila voti. Al terzo drammatico riconteggio dei voti a Fermanagh, l’attuale ministra per l’agricoltura nel governo del nord Irlanda, Michelle Gildernew è stata riconfermata a Westminster per 4 voti. Facili anche le riconferme di Martin McGuinness, vice primo ministro del governo nordirlandese, Pat Doherty e Conor Murphy. Per i repubblicani irlandesi si tratta di un’importante conferma. Anche perché i partiti unionisti, sia il Democratic Unionist Party (dell’ormai screditato premier Peter Robinson, che ha perso il suo seggio) che l’Ulster Unionist Party (che sperava in una risalita) hanno perso un seggio a testa. In uno dei collegi poi il voto strategico del Sinn Fein a favore dei socialdemocratici del Sdlp ha fatto sì che gli unionisti non passassero.


Related Articles

IL MISTERO IRRISOLTO DI JON ANZA – Angelo Miotto

Loading

Peacereporter. Militante basco scomparso per undici mesi e undici giorni, con gravi sospetti di guerra sporca. Ieri il ritrovamento del

Stop Export. Verso la guerra delle risorse? – Giulietto Chiesa

Loading

        Megachip. Piccolo ma significativo esempio di come le notizie importanti non vengono date o, quando vengono

EGUNKARIA: L’EFFICACIA DELLA TORTURA

Loading

L’efficacia della tortura Marcello Otamendi è direttore del quotidiana in euskara, Berria. Fu anche l’ultimo direttore del quotidiano Egunkaria, chiuso

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment