The euro crisis: a contagious Irish disease? 0

Post Views: 0 The proposed Irish bail-out has not calmed the financial markets. And now their attention is moving on to new victims in the Iberian peninsula DUBLIN, LONDON AND MADRID ON NOVEMBER 21st the Irish government at last gave

Read More

America’s Guantanamo Files 0

Post Views: 2 Haggling with Allies over New Homes for Detainees By John Goetz and Frank Hornig US efforts to get allies to accept former prisoners from the detention center at Guantanamo often resembled haggling at a bazaar. Guantanamo must

Read More

Tehran accepts December 5 date for talks with powers 0

Post Views: 2 Iran has accepted a date for talks with the major powers, President Mahmoud Ahmadinejad said on Monday. The six powers hope the talks — for which a date of Dec. 5 was previously mooted — will focus

Read More

Leaked cables reveal close US interest in Turkish coup plans 0

Post Views: 3 ?STANBUL US diplomats said Col.Çiçek’s alleged coup plan is a psychological operations campaign to discredit the government and the Gülen movement. Leaked cables from the US Embassy in Ankara among the 250,000 confidential cables obtained by the

Read More

WikiLeaks’ credibility in doubt, says Erdo?an 0

Post Views: 3 ?STANBUL Prime Minister Recep Tayyip Erdo?an (C) Turkey on Monday expressed caution over a massive release of confidential US diplomatic cables, a revelation that, in the words of Italian Foreign Minister Franco Frattini, amounts to the “Sept.

Read More

BEGOÑA URROZ, LA POLIZIA SPAGNOLA DIETRO LA SUA MORTE – Iñaki Egaña 0

Il 27 giugno 1960 un gruppo antifascista, collocava sei bombe nelle due stazioni del treno di Donostia, in quella di Atxuri di Bilbao (due giorni dopo), in quella del Nord di Barcelona, in quella di Chamartin di Madrid e nel treno postale Madrid-Barcelona. Secondo la nota diffusa dal Ministero de Gobernacion (Ministero degli Interni durante il franchismo), il modus ooerandi in tutte le occasioni fu lo stesso: una valigia abbandonata con un meccanismo che provocava la iniezione di una bomba incendiaria.

Il gruppo che rivendicò le bombe si chiamava Directorio Revolucionario Iberico de Liberacion (DRIL), composto da un amalgama di militanti comunisti, anarchici e guevaristi, diretti apparentemente da militari portoghesi esiliati, tra i quali il generale Humberto Delgado. Unirono le oro forze per denunciare le dittature di Franco e Salazar. Humberto Delgado sarà in seguito sequestrato dalla polizia segreta portoghese e giustiziato in Spagna con la complicità di Franco, nel 1965.

Le prime azioni del DRIL furono a Madrid, nel febbraio del 1960, tutte nello stesso modo: una valigia abbandonata con esplosivi. Gli obiettivi: il Municipio, la statua d Velazquez nel Museo del Prado, la sede della Falange…In una di esse, la bomba deflagrò mentre veniva manipolata da Ramon Perez Jurado, che morì sul colpo. Il suo compagno Antonio Abad Donoso fu arrestato ed altri giovani, Santiago Martinez Donoso e Justiniano Alvarez, riuscirono a scappare, secondo la Polizia. Antonio Abad fu torturato, processato e giustiziato l’8 marzo dello stesso anno. Santiago Martinez, cugino di Antonio Abad, e uno dei due fuggitivi, lavorava per la Polizia spagnola.

Gli obiettivi di Madrid, così come gli arresti posteriori, furono indicati da uno degli integranti del commando che, in realtà, era un poliziotto infiltrato. Si trattava di Abderramán Muley Moré , un falangista spagnolo che, grazie ai servizi prestati, era arrivato fino alla guardia personale di Franco. Il suo nome nel commando fu citato da Santiago Martinez.

Muley, secondo informative interne dello stesso DRIL, era stato infiltrato dalla polizia nei gruppi anti Batista poco prima della Rivoluzione Cubana. Arrivato a Cuba nel 1956 si fece chiamare Manuel Rojas e la polizia franchista lo utilizzò, all’inizio, per infiltrarsi negli ambienti monarchici spagnoli, allora all’opposizione, che negoziavano con Franco la restaurazione.

Con il trionfo della Rivoluzione Cubana, il falso Rojas scomparve per riapparire alla guida di un gruppo repubblicano spagnolo, che dopo alcuni mesi s’integrò nel MLE (Movimiento de Liberacion Español) che a sua volta confluì nella UCE (Union de Conbatientes Españoles). L’infiltrazione fu completata con quella del già citato Santiago Martinez Donoso, ex guardaspalle del dittatore cubano deposto, Batista. Ambedue viaggiarono in Francia e sollevarono già i sospetti del PCE, della CNT e del PSOE nell’esilio.

Martinez Donoso e Abderraman Muley, comunque, riuscirono ad entrare nel gruppo armato del DRIL che pretendeva, come il Che Guevara, promuovere la rivoluzione mondiale.La Spagna, governata allora da Franco, era l’obiettivo. Gli attentati di Madrid furono i primi. Quelli del luglio del 1960 i successivi. Ambedue i poliziotti tornarono a preparare gli obiettivi, assieme ad un terzo poliziotto spagnolo chiamato Augustin Parradas Sicilia. In uno di questi attentati, come è risaputo, morì la bambina Begoña Irroz. Degli otto membri dei commando che collocarono le bombe, almeno tre erano poliziotti infiltrati.

Read More

La Cumbre del Clima de Cancún comienza sin esperanza de acuerdo 0

Post Views: 3 Un total de 194 países buscan restaurar la confianza en la ONU tras el fiasco de Copenhague – Los negociadores admiten que no habrá un tratado vinculante  La cosa suele ir más o menos así. Cada año,

Read More

SINISTRA BASCA: VERSO UN NUOVO PROGETTO POLITICO E ORGANIZZATIVO (documento) 0

Post Views: 0 Questo secolo è iniziato con grandi trasformazioni sociali ed economiche, con grandi mutazioni nella evoluzione dei popoli e culture di fronte all’insaziabile macchinario di un mercato che non riconosce altro valore che il plusvalore dei suoi affari.

Read More

Export initiative in sight of Turkish defense industry sector 0

Post Views: 3 Otokar is one of the pioneers of the Turkish defense industry. The SSM has determined new strategies to improve the export capabilities of the defense industry. The Undersecretariat for the Defense Industry (SSM) has determined new strategies

Read More

Missile shield hits Turkey’s missile project 0

Post Views: 0 Emre SoncanFollowing the approval of a missile-defense shield system at the NATO meeting in Lisbon last week, eyes have turned to a long-range missile defense system on which Turkey has been working on for itself; however the

Read More