STRATEGIA DELL’ESCLUSIONE

Il PSOE e il PP  hanno firmato un nuovo accordo per escludere la sinistra indipendentista basca dalle elezioni. La modifica di legge alla Legge sui Partiti del 2002, annunciata ieri mira ha il legalizzare anche le “aggregazioni elettorali” che potrebbero secondo i legislatori “essere utilizzate da Batasuna”. L’ex ministro della giustizia del PP Trillo e il deputato del PSOE, il basco, Txiki Benegas  hanno sottoscritto questa riforma legislativa che aggiunge un nuovo tassello alla prescrizione per migliaia di cittadini e cittadine basche di potersi aggregare o candidarsi a delle elezioni.  Il Ministro degli Interni spagnolo Rubalcaba  ha detto che  “la riforma è venuta bene perché mantenendo gli stessi principi della legge sui Partiti, si evitano quelle lacune attraverso le quali qualcuno aveva cercato di aggirare la legge. Queste lacune sono state eliminate”.  “ciò di cui si tratta” ha detto il ministro spagnolo “ è che non ci passino un gatto per una lepre. Punto. Credo che questa frase si sufficientemente chiarificatrice.” In sintonia con  il massimo responsabile del dicastero degli interni è José Maria Benito, portavoce del Sindicato Unificado de Policia (SUP) il quale sostiene che l’atto previsto per domani della sinistra indipendentista “dimostra che non c’è da parte di ETA la ferma volontà di non ammazzare più e di appoggiare le vie democratiche e di abbandonare il terrorismo  da parte dei suoi accoliti di Batasuna” (!?)  Chi dice chiaramente quali devono essere i passi da compiere per una legalizzazione sono le “associazioni e fondazioni di vittime del terrorismo” riunitesi a Madrid le quali hanno approvato un decalogo nel quale oltre a chiedere la non applicazione di una amnistia per prigionieri politici baschi, anche in presenza di uno scioglimento di ETA, esigono “a ETA, Batasuna  e al resto del suo ambito politico la necessaria condanna della storia di ETA per tornare a giocare nella politica democratica al fine di evitare un nuovo tentativo di banalizzazione relativizzazione e legittimazione a posteriori della stessa

 


Related Articles

Autonomous Administration assessed latest developments

The Autonomous Administration of North and East Syria Executive Council co-presidents Abdulhamid El Mihbaş and Bêrîvan Xalid held a press

Sakine, Fidan and Leyla: The search for justice continues

Eight years ago today the bodies of three revolutionary Kurdish women were found at a community centre in a Paris

No compassion for dying prisoner

Republican News. The Life Sentence Review Commission has refused release of critically ill republican prisoner on compassionate grounds as a

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment