“BARCINA, NON CONTARE SU DI NOI” (Video)

Un comizio della candidata alla presidenza della Comunidad Foral de Navarra Yolanda Barcina di Union del Pueblo Navarro, nella località navarra di Basaburua, a maggioranza della sinistra indipendentista, si è trasformato per l’emittente conservatrice COPE, in “Incidenti alla visita di Barcina a Basaburua”.  A parte il chiaro gesto propagandistico, non c’era pubblico solo mezzi d’informazione e Barcina ha parlato con alle sue spalle una scritta sul muro che recitava “GORA ETA”,  gli “incidenti “ e che Barcina sia stata “increpada” (in castigliano “riprendere severamente”) lo hanno visto solo i giornalisti dell’ emittente conservatrice. Anche il video del comizio che si trova in rete  è titolato “Yolanda Barcina increpada en un acto en Basaburua”. Non è strano, quindi, che i pochi abitanti presenti nella piazza, in silenzio, oltre alla ikurina, la bandiera basca, esponessero un cartello con scritto “non contare su di noi”.


Related Articles

Wall Street ricicla il narcotraffico impunemente – Zach Carter

AlterNet. “Troppo grande per cadere” è un problema più grave di quanto si pensi. Tutti abbiamo letto i dossier di

I DISSIDENTI REPUBBLICANI GODONO DI UN CERTO SOSTEGNO – RAPPORTO

Il sostegno pubblico per i cosiddetti “gruppi repubblicani dissidenti” in Irlanda del nord è stato drammaticamente sottovalutato dall’establishment politico e mediatico irlandese. Lo sostiene un rapporto accademico pubblicato questa settimana. Un nazionalista irlandese su sei simpatizza con le campagne armate portate avanti dai gruppi repubblicani dissidenti. Il Prof Jonathan Tonge di Liverpool, è un rispettato e noto conoscitore della questione irlandese ed è l’autore del rapporto che ha presentato a Belfast alla Queen’s University. L’inchiesta è stata condotta nei 18 collegi elettorali delle 6 Contee del nord Irlanda dopo le elezioni al parlamento inglese di Westminster lo scorso maggio.

STRANIERI IN SCIOPERO – 1 MARZO – MARCO ROVELLI

Marco Rovelli Stranieri in sciopero www.ilmanifesto.it Negli ultimi tempi, nei molti incontri sparsi per l’Italia per parlare di  immigrazione, clandestinità

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment