BILDU: IL PNV ADESSO DA FIDUCIA A ZAPATERO

Come da copione il PNV dopo la sfuriata iniziale abbassa i toni della polemica. Dopo aver annunciato la sospensione della collaborazione con il PSOE, accusato di essere responsabile della illegalizzazione di Bildu il partito guidato da Inigo Urkullu, ha oggi rettificato le sue posizioni asserendo attraverso il suo portavoce al Congresso, Erkoreka che il presidente del partito ha parlato al telefono con Zapatero “convenendo di darsi del tempo e un margine di fiducia” all’esecutivo socialista. A conferma di questa riapertura dopo poche ore, è arrivata la dichiarazione del ministro degli Interni Rubalcaba il quale ha detto che il Governo non sospende il dialogo con il PNV ma, al contrario, lo amplierà. Che siano fuochi di paglia sembra confermato anche dalle giustificazioni che aveva dato il PNV per questa “rottura”, asserendo che con il Governo spagnolo c’era un accordo sulla strategia nei confronti della sinistra indipendentista in “sintonia con il PNV”. Governo socialista e PNV hanno firmato un patto di legislatura nel 2010 che ha significato l’appoggio parlamentare, determinante, al governo sulla finanziaria ed sulle riforme sul lavoro e sulle pensioni in cambio di una trentina di competenze dello statuto di autonomia della Comunità Autonoma basca ancora pendenti…..più precisamente dal 1980!!.


Related Articles

MORTO DISSIDENTE CUBANO

Il dissidente cubano Orlando Zapata Tamayo, 42 anni, è morto all’ospedale dell’Avana, dove era ricoverato dopo 85 giorni di sciopero

PJAK, the Kurds and Iranian elections

During the last weeks much has been said about Iran, because of the rageful demonstrations and riots that followed the contested results of the presidential elections, seriously challenging the establishment and government of the Islamic Republic of Iran. But few or nothing has been said, in western media, on the effects of this electoral process on the Iranian Kurdish population, amounting to an esteemed number of 5 millions people (on a total Iranian population of about 70 millions), and mostly concentrated in the north-eastern regions of the country, the ones bordering Turkey and Iraq. Moreover, it should be kept in mind that the Iranian Kurdish region still holds a special symbolic value for the whole of Kurdish population: it was here, in the city of Mahabad, that the first Kurdish republic was established between 1945 and 1946, with the support of Soviet Union.

SINISTRA INDIPENDENTISTA: AUTODETERMINAZIONE, POLITICA PACIFICA E DEMOCRATICA. MADRID ED ETA, DIALOGATE.

Dopo il pronunciamento di 20 personalità internazionali a favore del dialogo per la soluzione del conflitto basco spagnolo, la sinistra

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment