GUERRA AI NO TAV. MA LA VALLE RESISTE – video

Hanno sfondato. Lancio di lacrimogeni ovunque. E’ il messaggio di questa mattina alle 8. La guerra. Il governo ha scelto la guerra contro i No Tav. Non è una novità. Tragicamente questa è la norma. A prescindere dal colore dei governi. La Val Susa in tutti questi anni ha ribadito il suo no alla Torino-Lyon motivandolo con tanto di tracciati, dati incontestabili che hanno smascherato i reali motivi dei signori che il Tav lo vogliono. Che poi sono soldi, adesso, subito. Quello che succederà poi alla valle non importa. Non importa se non ci sarà mai quel flusso merci di cui parlano i signori del tav. L’importante è quello che si può succhiare ora. Dalle tasche dei contribuenti oltre che da quelle dell’Europa. Tanti soldi.
La resistenza della Val Susa è la lotta che in questi anni ha – spesso in solitaria – continuato a ribadire che con la violenza, con il sopruso, con il despotismo non si può governare. Non si può imporre a un territorio una scelta. Per contro, questo governo, come quelli precedenti (Prodi incluso) ha tragicamente confermato che in Italia la democrazia è sempre più a rischio.

La Val Susa, il popolo No Tav resiste. In diretta su radio Blackout i drammatici racconti delle cariche. Perchè la polizia avanza con mezzi di sfondamento.

Qui il video con un commento di Lele Rizzo registrato questa notte, mentre i presidi attendevano le truppe.


Related Articles

Provisional IRA still exists, says British report 

The report endorses last month’s assessment by Police Service Northern Ireland chief George Hamilton in which he said individual members of the Provisional IRA were involved in the recent murder of Kevin McGuigan

A flicker of hope in the Middle East crisis

The purpose of the French initiative is to try and inject some life back into the process through a peace conference to be held toward the end of this year

TENSIONE ALLE STELLE IN TURCHIA

Il messaggio è forte e chiaro. La gente di Diyarbakir ha detto al Primo ministro Recep Tayyip Erdo?an: non venire.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment