Amburgo 3-4-5 febbraio: modernità capitalista e la questione kurda,

Loading

 
Muzaffer Ayata parlerà invece di kurdi e nuove idee per un medio oriente in cambiamento.  
Spiegano gli organizzatori della conferenza che l’idea di questa tre giorni è nata anche dalla necessità di creare una piattaforma di discussione dove esperienze diverse potessero essere messe a confronto con l’intenzione di uno scambio che arricchisca le lotte da una parte ma anche chi teorizza un’alternativa al capitalismo.
In questo senso, tra i teorici un posto di rilievo, seppure in condizioni di cattività, continua a averlo il leader kurdo Abdullah Ocalan (dal 1999 rinchiuso nel carcere turco di Imrali). Proprio a Amburgo verrà presentata la road map che il leader del PKK (Partito dei Lavoratori del Kurdistan) ha scritto in carcere e che era stata di fatto “sequestrata” dalle autorità. A Ocalan (con il quale lo stato turco ha avuto colloqui fino a non troppi mesi fa) viene negato di vedere i suoi avvocati da luglio dello scorso anno.  
Chiuderà la conferenza, domenica 5, l’intervento della co presidente del BDP (Partito della Pace e Democrazia) Gulten Kisanak. Il BDP, con i suoi 35 deputati (cinque in carcere e uno privato del suo mandato) sta spingendo per un processo di dialogo per risolvere la questione kurda, nonostante il partito di governo, l’AKP (Partito della Giustizia e Sviluppo) del premier Recep Tayyip Erdogan sembri intenzionato a continuare con la guerra da una parte e la repressione politica dall’altra. Dal 2009 sono stati arrestati oltre 6200 esponenti del BDP, e negli ultimi tre mesi sono finiti in carcere 35 giornalisti kurdi, 46 avvocati (quasi tutti kurdi), oltre cento intellettuali che hanno partecipato a iniziative del BDP.


Related Articles

A woman candidate for Sinn Fein in Assembly elections

Loading

Sinn Fein has announced that Mid-Ulster Assembly member Michelle O’Neill is to lead the party into the Six County Assembly elections

CLANDESTINOS – Iñaki Egaña

Loading

          Llueve en el exterior, lentamente como si las gotas tuvieran reparo en alcanzar las losas

Hundreds of civilians have died in Turkey since July 2015

Loading

283 people have died as a result of clashes since 12 July 2015

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment