Etxerat: che ritornino a casa (video)

750 prigionieri e prigioniere politiche basche detenuti in una ottantina di carceri dello stato spagnolo e francese. Centinaia di migliaia di chilometri ogni anno devono compiere i familiari ed amici per visitare i loro cari.  16 persone sono morte  in questi ultimi 20 anni di estenuati viaggi dovuti alle politiche di dispersione attuate dal governo spagnolo. 16 milioni di ogni anno spesi per lottare contro l’isolamento e la volontà delle autorità spagnole e francesi di minare la coesione di un collettivo che rivendica diritti umani e politici stabiliti dalle convezione europee che i de stati hanno sottoscritto.  Ma solidarietà continua, come testimonia la manifestazione di 40 mila persone a Bilbao il 2 gennaio scorso. Etxerat ha prodotto un video che è un messaggio di passione, d’amore e di denuncia. Perché il conflitto che ha provocato sofferenza da ambedue le parti ritrovi il dialogo come punto d’incontro.

Per vedere il video di Etxerat clicca qui


Related Articles

COLOMBIA: DOPO L’ILLUSIONE LA GUERRA CONTINUA – GUIDO PICCOLI

Il reale batte il virtuale. Da una parte, i nuovi partiti dell’oligarchia, i loro cacicchi e i loro sgherri dislocati

ARRESTI E SCARCERAZIONI. CHIESTA LA LIBERTA DI OTEGI

Arresto ieri nel dipartimento francese di Lemonsin, del presunto militante di ETA, Josu Urbieta Alkorta. L’arresto, secondo fonti della polizia

DIRIGENTE INDIGENO UCCISO IN MESSICO.

 Nuovo omicidio politico nello stato messicano dell’ Oaxaca. Il dirigente indigeno Timoteo Alejandro Ramirez assieme alla sua sposa sono stati

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment