Etxerat: che ritornino a casa (video)

750 prigionieri e prigioniere politiche basche detenuti in una ottantina di carceri dello stato spagnolo e francese. Centinaia di migliaia di chilometri ogni anno devono compiere i familiari ed amici per visitare i loro cari.  16 persone sono morte  in questi ultimi 20 anni di estenuati viaggi dovuti alle politiche di dispersione attuate dal governo spagnolo. 16 milioni di ogni anno spesi per lottare contro l’isolamento e la volontà delle autorità spagnole e francesi di minare la coesione di un collettivo che rivendica diritti umani e politici stabiliti dalle convezione europee che i de stati hanno sottoscritto.  Ma solidarietà continua, come testimonia la manifestazione di 40 mila persone a Bilbao il 2 gennaio scorso. Etxerat ha prodotto un video che è un messaggio di passione, d’amore e di denuncia. Perché il conflitto che ha provocato sofferenza da ambedue le parti ritrovi il dialogo come punto d’incontro.

Per vedere il video di Etxerat clicca qui


Related Articles

LO STATO E IL MONOPOLIO DELLA VIOLENZA

Chiedere perdono è un forma di ammissione di responsabilità. Non risolve il danno occasionato ma può essere un atto formale

RUBALCABA SI APPUNTA LA MEDAGLIA TARDI E MALE – IÑAKI IRIONDO

GARA. Nelle peggiori condizioni, quando ha ricevuto i colpi più forti, la sinistra indipendentista a risposto al Governo spagnolo con

STRAGE DI CIVILI IN KURDISTAN

L’esercito turco ha ucciso nella notte tra mercoledì e giovedi almeno 35 civili in un attacco aereo nei pressi del

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment