LA SINISTRA INDIPENDENTISTA SUI FATTI DI DAMMARIE-LES-LYS

Dinnanzi ai gravi fatti avvenuti ieri nella località francese di Dammarie-Les-Lys risultati nella morte di un agente della polizia francese, la Sinistra indipendentista vuole manifestare quanto segue:

– la Sinistra Indipendentista esprime il suo rammarico e dispiacere per la morte verificatasi nelle vicinanze di Parigi.

– Il fatto accaduto ieri  segue il ritrovamento del corpo del militante basco Jon Anza tra evidenti sospetti che inducono a definirlo come un caso di guerra sporca.

– Ambedue i fatti si inquadrano in una realtà del conflitto politico, che è priorità della Sinistra Indipendentista superare. La Sinistra Indipendentista fa appello all’insieme della classe politica ad agire con responsabilità nella ricerca di una azione politica comune indirizzata alla risoluzione di un conflitto che non deve protrarsi ancor più nel tempo.

– La versione diffusa sui fatti sembra indicare che si sia trattato di uno scontro fortuito tra membri di ETA e la polizia francese. Nonostante si tratti di un caso fortuito e non di un’azione premeditata di ETA, non bisogna togliere gravità a quanto accaduto.

– Adesso più che mai dobbiamo consolidare il Processo Democratico messo in moto dopo il dibattito, processo basato sulla attivazione popolare e l’accumulazione di forze che deve essere portato avanti esclusivamente attraverso mezzi politici e democratici in assenza di ogni tipo di violenza. La sinistra Indipendentista, qui e adesso, ribadisce il suo impegno con la scommessa politica contemplata nella risoluzione Zutik Euskal Herria!.

– Dinnanzi all’incertezza ed alla frustrazione che fatti come questo generano nella società di Euskal Herria, la Sinistra Indipendentista considera che:

– L’organizzazione armata basca Euskadi Ta Askatausuna dovrebbe riaffermare la sua posizione favorevole allo sviluppo di un Processo Democratico espressa nel suo comunicato pubblicato in gennaio.

– Tutti le parti in causa, specialmente Euskadi Ta Askatasuna e gli Stati spagnolo e francese devono assumere impegni chiari e concreti rispetto a questo processo.

Sinistra Indipendentista

17 marzo 2010


Related Articles

LA SPESA ARMATA DELLA TURCHIA

La Turchia continua a comprare armamenti. Nonostante la crisi economica Ankara ha in programma un nuovo importante acquisto: si tratta

Hasankeyf still in danger

Hasankeyf, an ancient city in the province of Batman, is facing the risk of being submerged into water because of

Sakine, Fidan and Leyla

Sakine CANSIZ (Sara):12 February 1958- 9 January 2013 She was born in Dersim, She was Kurdish and Alevi. She defended

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment