OGGI SCIOPERO GENERALE BASCO (VIDEO)

La maggioranza sindacale basca ELA, LAB, STEE-EILAS, ESK, EHNE e Hiru, sta valutando positivamente la risposta allo sciopero generale indetto, nelle quattro province basche del sud, CAV e Navarra, contro la riforma del mercato del lavoro del Governo Zapatero.  Nonostante il poco tempo di preparazione, era stato indetto un paio di settimane fa, la partecipazione allo sciopero è stata alta nel settore industriale e delle costruzioni ma anche negli esercizi pubblici. Nei trasporti  l’astensione dal lavoro è stata significativa anche se limitata dalla precettazione imposta dal governo autonomo basco.  Per il Governo autonomo basco invece la risposta dei lavoratori è stata del 30% mentre per l’associazione degli industriali baschi CONFEBASK lo sciopero è stato “un fallimento totale”. Le manifestazioni svoltesi alle 12 nei quattro capoluoghi di provincia, Bilbao, San Sebastian, Vitoria, e Pamplona hanno visto la partecipazione di migliaia di lavoratori. Quella di Bilbao è stata definita dagli organizzatori come”la più numerosa manifestazione di lavoratori degli ultimi anni”. Il sindacato CCOO che ha convocato per separato lo sciopero generale e solo  nella CAV, ribadendo il buon esisto dello sciopero, ha denunciato le cariche della polizia autonoma basca Ertzaintza , contro i picchetti informativi, che hanno provocato diversi feriti. Nel tardo pomeriggio la maggioranza sindacale basca in una conferenza stampa fornirà i dati della mobilitazione di oggi. Per vedere immagini dello sciopero generale nelle province basche del sud clicca qui


Related Articles

STORIE DI ORDINARIA REPRESSIONE

Ö.S. di 15 anni è stato trasferito in cinque diversi carceri negli ultimi quattordici mesi. Ö.S., è stato arrestato a

AUDIENCIA NACIONAL E DINTORNI

Garzon e la tortura Tre anni dopo essere stati arrestati dalla Guardia Civil in una operazione che ebbe grande risalto

ANNUNCIO DI ETA: UN ALTRO PASSO VERSO IL PROCESSO DEMOCRATICO

Il video comunicato di ETA nel quale riafferma il proseguimento della sospensione delle attività “armate offensive” intrapresa alcuni mesi è

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment