E’ MORTO ALBERTO GRANADO, AMICO DEL CHE

E’ morto oggi, sabato, all’Habana, Alberto Granado, amico e compagno di viaggio di Che Guevara. Alberto Granado aveva 88 anni ed era argentino come Ernesto Guevara. Con il Che aveva girato in sella alla mitica ‘Poderosa’ l’America Latina.
Anche Granado viveva a Cuba, all’Habana, nel quartiere di Miramar. A Cuba ha fondato la Scuola Medica di Santiago.

 


Related Articles

SORTU IRROMPE NELLO SCENARIO POLITICO BASCO

Oscurato dall’ondata (improvvisa?) di rivolte popolari nel Magreb e mondo arabo il processo politico basco continua sulla difficile strada della democrazia, una democrazia politica ancora da costruire. Sortu, la nuova formazione politica nata dal dibattito interno alla sinistra indipendentista basca è una dimostrazione di forza. La forza di accettare un terreno, quello imposto dalla legge spagnola sui partiti del 2002, che con l’avvallo del Tribunale Per i Diritti Umani di Strasburgo conferma come le politiche securitarie che dominano l’azione degli Stati nel mondo, abbiano condizionato la giurisprudenza spostando l’ago della bilancia verso un arretramento nelle conquiste dei diritti civili che faticosamente erano state raggiunte dopo decenni di battaglie in Europa. Sortu è di fatto la dimostrazione che sul terreno politico la sinistra indipendentista è pronta a lanciare la sfida democratica del confronto tra diverse, e in alcuni aspetti antagoniste, opzioni politiche. Lo fa assumendo il “rifiuto di qualsiasi forma di violenza a sostegno di un progetto politico, inclusa quella di ETA”. Una dichiarazione contenuta nei suoi statuti che è unica nel suo genere. Nessuna forza politica si è assunta questa responsabilità di dichiarare formalmente questa considerazione della violenza politica. Cosa impossibile del resto. PSOE e PP con il loro bagaglio di “violenza per imporre le proprie opzioni politiche”  passate e presenti GAL e franchismo, Iraq, Afganistan tanto per citarne alcune non possono permettersi di sostenere quanto la sinistra indipendentista basca ha fatto.

FALCHI DEL KURDISTAN: TURISTI ATTENTI

I TAK (Falchi per la liberazione del Kurdistan) hanno annunciato in un comunicato che gli attacchi contro interessi turchi non

Oaxaca, Messico: dopo l’attacco alla carovana della solidarietà

Dopo l’aggressione gravissima alla carovana della solidarietà, pubblichiamo il comunicato di Ya Basta! Oaxaca: un nome che abbiamo imparato a

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment