AEREI TURCHI E IRANIANI BOMBARDANO ZONE KURDE NEL NORD DELL’IRAQ

Dopo l’operazione di ieri degli aerei da guerra turchi, oggi è il turno dell’esercito iraniano. Xinere territorio del Kurdistan iracheno, è stato bombardato da questa mattina dall’esercito iraniano.  Le incursioni sono state giustificate, sia dalla esercito turco che iraniano, come una azione contro le basi dei guerriglieri curdi del PKK.

Ma, mentre fonti vicine al PKK  affermano che il movimento guerrigliero che non ha subito perdite, vi sarebbero delle vittime tra i civili.  Secondo l’agenzia di stampa kurda FIRATNEWS , a casua dei raid aerei negli ultimi 10 giorni almeno 2 civili sono morti e altri 9 sono stati feriti.

Aerei da guerra turchi avevano bombardato le aree di Xinere, Xakurke, Geliye Mihare, ?ekyu, Corca, B?ndevane, Susane, Lolan, ?ekif Montagna, Dola 44 e ‘Martire Beritan’ regioni. Venti aerei da guerra hanno preso parte al raid, mentre Ankara sembra che  abbia informato Mesut Barzani il presidente del governo regionale curdo in anticipo.

L’ambasciatore turco a Baghdad aveva incontrato il presidente Barzani tre giorni fa. Nel corso della riunione, a porte chiuse, si sostiene che l’argomento di discussione sia stato il raid che ha avuto luogo ieri. Il silenzio del governo curdo sui raid turco iraniani sembra confermare queste notizie.

Nel frattempo, si è appreso che la Turchia e l’Iran si stanno preparando per una operazione congiunta nella regione di Kelare?. Fonti locali riferiscono che l’Iran ha dispiegato quasi tremila pasdaran (guardie rivoluzionarie iraniane) a Kelare? e l’esercito turco sta diventando sempre più attivo nella regione. L’operazione secondo fonti ufficiali sarebbe diretta sempre contro movimenti kurdi PJAK e PKK.


Related Articles

DUE ANNI AD ARNALDO OTEGI

Il Tribunale dell’Audiencia Nacional, presieduto dal giudice Angela Murillo, ha condannato a due anni e 16 di inabilitazione assoluta a

GRECIA E LA CRISI GLOBALE

Grecia. Anatomia di una crisi Intervista di Margeherita Dean con Petros Papakonstantinou, giornalista di “Kathimerinì” Peacereporter: http://it.peacereporter.net/articolo/21573/Grecia.+Anatomia+di+una+crisi Se dovessimo raccontare

Autonomous Administration: Kobane victory is a legacy for the whole world and humanity

The Autonomous Administration of North and East Syria called for Turkish occupation to be stopped, saying “The liberation of Afrin,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment