COLPI DI STATO A LA TURCA

Loading

Il golpe Kafes, invece scoperto dopo il ritrovamento di una sorta di santabarbara a Istanbul lo scorso aprile, prevedeva l’intimidazione e l’assassinio di personaggi non musulmani, per far montare la pressione sul partito attualmente al governo, l’AKP (partito della giustizia e dello sviluppo) del premier Recep Tayyip Erdogan. Era stato anche nel caso del colpo di stato Kafes il quotidiano Taraf a denunciare i piani dei generali.
I magistrati che indagano su Ergenekon hanno ordinato anche l’arresto dell’ammiraglio e ex capo della marina, Ozden Ornek. Nel 2007 il settimanale Nokta (che è stato chiuso per ordine della magistratura) aveva pubblicato parte del diario dell’ammiraglio in cui si faceva riferimento a piani militari per il rovesciamento del governo. Kafes e Balyoz sono soltanto due dei golpe pianificati dai generali e da Ergenekon. Le carte sequestrate infatti rivelano altri piani in preparazione per il 2004. Questi colpi di stato a cui i generali in pensione stavano lavorando erano già stati battezzati: Ayisigi (chiaro di luna) e Sarikiz (ragazza bionda).
Con questa operazione sembrerebbe confermato il legame tra Ergenekon e Balyoz. Il capo delle forze armate turche, Ilker Basbug, ha deciso in serata di rinviare la sua visita in Egitto. Il ministro degli interni Be?ir Atalay ha ribadito che il governo sta seguendo attentamente gli sviluppi delle indagini della magistratura. La tensione tra il governo islamico dell’AKP e le forze armate è malamente mascherata e questi arresti confermano che la situazione politica in Turchia continua a essere molto fluida.


Related Articles

COLOMBIA: DOPO L’ILLUSIONE LA GUERRA CONTINUA – GUIDO PICCOLI

Loading

Il reale batte il virtuale. Da una parte, i nuovi partiti dell’oligarchia, i loro cacicchi e i loro sgherri dislocati

TRIBUNALE DI ROMA SOSPENDE ESTRADZIONE TRE GIOVANI BASCHI – Marco Santopadre

Loading

Zurine, Fermin e Artzai: tutto rimandato a settembre. La Corte d’Appello di Roma sospende l’estradizione in Spagna dei 3 giovani

BOMBA A ANKARA, PKK NEGA COINVOLGIMENTO

Loading

Con un comunicato secco il PKK (Partito dei Lavoratori del Kurdistan) ha smentito oggi ogni coinvolgimento nell’attentato di ieri a

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment