Gerry Adams: prendere posizione insieme per un’Irlanda unita

Questo il testo del discorso pronunciato dal presidente del Sinn Fein, Gerry Adams, il 6 marzo 2010, al congresso del partito, Ard Fheis.
Mezzo milione di cittadini disoccupati. Tagli al welfare. Tagli ai salari. Sanità e istruzione in crisi. Famiglie sotto sfratto. Emigrazione di massa di nuovo all’ordine del giorno. Zone del paese sotto acqua. In altre zone l’acqua potabile è a rischio. Miliardi di denaro dei contribuenti
regalati a un disfunzionale e tossico sistema bancario. Rabbia diffusa, rabbia rivolta ancheai partiti di governo. E un senso di disperazione e incredulità.

Sarebbe facile per me stare qui e inveire contro il governo – diventare Mr Arrabbiato per una mezz’ora.
Ma non sarebbe abbastanza.
La maggior parte della gente sa quanto sia negativo questo governo. Lo hanno eletto loro. E’ per questo che c’è un tale senso di tradimento. La maggior parte della gente sa anche che le politiche di un governo guidato dal Fine Gael non sarebbero diverse da questo.
Il popolo irlandese merita di meglio.
Tutti coloro che vivono su questa isola hanno diritto a una casa, a un ambiente sicura; all’accesso all’istruzione; alla libertà religiose e alle libertà civili e a un lavoro decente con regole certe e  condizioni eque. Ogni individuo ha il diritto all’assistenza sanitaria.
Ognuno ha il diritto all’uguaglianza, al rispetto e alla dignità.
Questa è l’essenza del repubblicanesimo. E’ l’essenza della cittadinanza.
Ma c’è qualcosa di tutto questo nell’Irlanda di oggi? La risposta è no.
Il Sinn Fein crede in una repubblica vera. Non una repubblica nominale, ma una repubblica in cui il popolo sia veramente sovrano.
I gceann cupla seachtain beidh muid ag ceiliuradh agus cuimhni ar na mna
is na fir a chuaigh amach le linn Seachtain na Casca.
Chuir said brat na hEireann os cionn Oifig an Phoist anseo i mBaile Atha
Cliath. Is maith is eol duinn go raibh fis ag na fir agus na mna seo.
Bhi se de run acu deireadh a chur le riail na Breataine sa tir seo agus
tir iomlan nua a thogail anseo.
Bhi fis acu don Phoblacht Nua le saoirse ag a chroilar.
An aithneodh siad an stat seo mar bhuaic na haislinge sin? Ni doigh liom e.

La Proclamazione della Repubblica afferma la necessità di proteggere tutti i i figli della nazione allo stesso modo. Non quelli di 26 contee dell’isola. Si parla di tutta la nazione in ogni sua parte. Di tutte le 32 contee.

La Proclamazione parla a tutti i figli della Nazione. Non aggiunge, a meno che non sia povero o anziano. O a meno che non sia autistico e con difficoltà di apprendimento o disabilità. O a meno che non provenga da una remota area rurale. O da Moyross o Sheriff Street; o Strabane o Ballymena.

Non dice a meno che non sia  un bambino assistito dello stato. La protezione dei bambini è un diritto umano fondamentale. La tutela dei bambini è responsabilità di tutti noi e deve essere garantita nella Costituzione.

I partiti dell’establishment, come noi, sanno che repubblicanesimo è per molti versi  la coscienza del popolo irlandese. Non c’è da stupirsi che si avvolgano nella retorica repubblicana evitando però qualsiasi vera analisi sul significato del repubblicanesimo.

Il che ci porta alla domanda difficile. Come può essere cambiata la società? Come
è possibile ottenere una vera repubblica ?

La risposta a questa domanda parte dal cuore. E’ una convinzione che sta nelle persone. Quello è il punto di partenza. E ciò che inizia nel cuore deve passare alla testa. Non è sufficiente parlare dei diritti della gente.

Caithfidh muid seasamh le Cheile.

Dobbiamo batterci per questi diritti. Il popolo d’Irlanda non ha ancora realizzato il suo destino di nazione. Dobbiamo ancora completare il nostro viaggio.

Quaranta anni fa l’IRA è comparsa per le strade di Belfast, quando i repubblicani si sono uniti con il popolo di Ballymaccarett nella difesa della Cappella di St. Matthews e An Ghearr Tra. Quel singolo atto di resistenza. Questa presa di posizione contro lo Stato Orangista ha segnato l’inizio di un viaggio per molti attivisti, che è stato giocato per le strade, nelle carceri e attorno al tavolo dei negoziati.
Immaginate cosa può essere raggiunto oggi, in questi tempi più pacifici con il livellamento del campo da gioco politico e in un clima dove il falso repubblicanesimo dell’establishment è stato esposto, messo a nudo.
Quindi, dobbiamo costruire su tutto ciò che è buono nella nostra società. Dobbiamo riconoscere tutti i nostri eroi ed eroine, tutti i lavoratori della sanità, tutti i cittadini attivi nella comunità e il volontariato, le persone coinvolte nello sport, le arti e la musica; tutti quei cittadini che creano speranza al posto di sofferenza, e obiettivo comune al posto dell’egoismo.
La chiave per la costruzione della nuova repubblica, democraticamente modellata dal persone, deve cominciare ora. Dobbiamo unire le nostre forze. La nostra lingua. La nostra cultura unica. La nostra storia.
E tutti noi che crediamo in un modo migliore, in una società giusta, in una vera repubblica, dobbiamo rendere le nostre convinzioni rilevanti per più persone. Dobbiamo parlare di arricchimento. Dobbiamo alzare la voce. Dobbiamo prendere posizione.
Se mai l’Irlanda avesse avuto bisogno di leadership è adesso che ne ha bisogno. Leader da tutta la nostra comunità. Leader che prendano posizione.
Il popolo irlandese ha bisogno di leader che diano voce dal basso e dal basso verso l’alto alle convinzioni che hanno nei loro cuori, in modo che speranza e reti per il cambiamento possano essere costruite.
Il popolo irlandese ha bisogno di leader che garantiscano che nessuna banca possa sfrattare una famiglia dalla sua casa.
Che nessuna azienda agricola o terreni vengano vendute alle spalle delle famiglie.
Che il lavoratore non sia vittima.
Abbiamo bisogno di leader che garantiscano che nessuna comunità sarà derubata dei suoi diritti sociali.
Ma vorrei essere chiaro su questo. Non sto parlando di leader dal cielo. Sto parlando di tutti coloro che sono disposti a prendere posizione contro la corruzione, l’avidità e l’ingiustizia.
Ogni donna, ogni uomo, ogni cittadino che prenda posizione è un leader.
Ogni piccolo atto di resistenza, di ribellione, di protesta, rende il cambiamento possibile.
La maggior parte delle lotte non si vincono con singole azioni. O dai leader iconici. Anche se questi hanno un ruolo.
Le lotte sono vinte da persone, che compiono azioni individuali, che si sommano in un cambiamento irreversibile.
Valeva  per le suffragette. Valeva per il movimento anti-apartheid. Valeva quando Rosa Parks non rinunciò al suo posto e vale qui in Irlanda.
Quando la Tigre Celtica era al suo apice, e quando il surplus di ricchezza era il più grande nella storia di questo stato, l’establishment ha rifiutato di distribuire la ricchezza per il bene comune e per assicurare il futuro.
Non hanno nazionalizzato le ricchezze.
Ma ora sono felici di nazionalizzare il debito.
Si parla di un rimpasto di governo. Questo governo non ha bisogno di un rimpasto. Questo governo deve andare.
Davvero penso che le persone siano sciocche. Davvero si aspettano che  la gente paghi il conto per le banche, i developers e i loro compari politici?
La gente deve mandare loro un messaggio. La gente mandarli a quel paese. Non aspettare fino alle elezioni successive. Prendere posizione ora. Essere leader. Non aspettare nessuno.
Questa è la cosa principale, difendere noi stessi. E gli altri. Questo è ciò che è accaduto in tutta la nostra storia.
Nelle nostre case. Per le strade. Sulle colline solitarie. Nelle vallate. Nelle prigioni.
Questo è quello che è successo nella storia del genere umano. E’ ciò che sta accadendo in tutto il mondo.
Rappresentanti di molte di queste lotte sono qui con noi stasera.
Cead Mile Failte a tutti i nostri visitatori.
In particolare, ai nostri amici del Paese Basco, dagli Stati Uniti e Canada; da Cuba, dal Sud Africa, agus go hairithe n ar-Anam chairde dalla Palestina. Tutte queste lotte dimostrano il  potere dello spirito umano
nella ricerca di libertà e giustizia.
Libertà e  giustizia: è possibile, se davvero lo vogliamo. E quelli di noi che si preoccupano per il mondo, che si preoccupano per l’Irlanda, quelli di noi che credono nella gente di questa isola, non hanno altra scelta se non quella di prendere posizione, in particolare per quei cittadini che non possono in questo momento prendere posizione per loro stessi.
Il Sinn Fein si oppone a questo governo perché non è giusto e perché le sue politiche non sono sostenibili.
Ma siamo contrari a questo governo anche perché  vi è un’alternativa che funzionerà.
Il Sinn Fein ha proposto un pacchetto di stimolo di 3.2 miliardi.
– Vorremmo istituire un fondo di conservazione per le piccole e medie imprese
– Vorremmo istituire un fondo per creare 20.000 posti di lavoro per i giovani.
– Vorremmo utilizzare il settore pubblico per rilanciare l’economia
– Si dovrebbe prevedere una clausola sociale nei contratti pubblici per l’assunzione di un numero di apprendisti, giovani disoccupati e disoccupati di lungo termine, come è stato fatto nel Nord Irlanda dal ministro degli Affari regionali eSviluppo Conor Murphy, del Sinn Fein.
– Vorremmo rivendicare Brand Ireland e introdurre un’aggressiva strategia di esportazione all-Ireland.

Tutto questo è possibile. Posti di lavoro possono essere protetti. Posti di lavoro possono essere creati.
Servizi pubblici all’avanguardia possono essere sostenuti e sviluppati, se la finanzia pubblica è aumentata in modo equo. Ciò significa vera solidarietà sociale. Significa unire i lavoratori del settore pubblico e privato, e non dividerli.
Tra le nostre proposte :
un tasso d’imposta di un terzo per coloro che guadagnano più di 100, 000 euro l’anno;
una tassa di solidarietà dell’1 per cento su tutti i beni per un valore superiore a 1 milione di euro, esclusi i terreni agricoli;
e la fine delle centinaia di sgravi fiscali sleali, di cui questo governo rifiuta di sbarazzarsi.
Caoimhghin O Caolain dice giusto quando dice:  ‘più si è vicini a un ministro del governo di Dublino meno si soffre. ‘
Questo governo Fianna Fail / Verdi ha anche inflitto profondi tagli al settore agricolo e in zone rurali svantaggiate. Il Sinn Fein conosce le difficoltà delle comunità rurali.
Il nostro TD e il nostro senatore hanno prodotto tre importanti relazioni Oireachtas. Queste serie di proposte per rigenerare l’ovest, per garantire un futuro percorribile per la pesca e le comunità agricole, e per creare più posti di lavoro in il settore agro-alimentare.
Nel nord Irlanda il Ministro per l’agricoltura, Michelle Gildernew, sta affrontando le esigenze degli agricoltori nelle zone svantaggiate e le esigenze delle donne nelle zone rurali.
O thaobh an tuaiscirt de, ta sarobair deanta ag Martin McGuinness agus foireann na gcainteanna Sinn Fein. Bhi an tionol agus na hinstitiuidiuile Eireann i gcontuirt mar gheall ar an DUP.
Ach le diograis agus focas ar ndaoine, bhi Sinn Fein agus an DUP abalta teacht ar chomhaontu nua. Rinne muid conradh agus bhog muid an proiseas iomlan seo ar aghaidh go dti an chead cheim eile.
Poco più di un mese fa abbiamo concluso un accordo a Hillsborough, con il DUP sulla via da seguire.
Molti pensavano che non poteva succedere. Ma è successo. Questo è stato momento  importante e simbolico. Voglio rendere omaggio a Martin McGuinness, Gerry Kelly e ai nostri altri ministri, nonché al team negoziale del Sinn Fein. Ecco la prova, se era necessaria la prova dell’importanza dei negoziati come spazio di lotta.
I poteri di polizia e giustizia saranno trasferiti nel mese di aprile. Entro la fine dell’anno ci sarà anche il trasferimento di poteri da Londra a Belfast per affrontare la questione delle marce. Più poteri che si spostano dall’Inghilterra all’Irlanda.
Questioni in sospeso tra cui i diritti della lingua irlandese saranno affrontate e vi è un finanziamento aggiuntivo per la lingua irlandese.
Il presente accordo è la prova che il cambiamento è possibile.
Il Sinn Fein ha realizzato tutto questo rimanendo concentrato e determinato. Stando in piedi per noi stessi. Prendendo posizione rispetto ai governi. Prendendo posizione per i diritti dei cittadini un processo di cambiamento continuo.
L’ultimo anno è stato una sfida per noi, per il processo di pace e per la gente di questa isola.
E ‘stato anche un periodo difficile per la mia famiglia. Ringrazio tutti coloro che hanno espresso solidarietà alla mia famiglia. Colette, in particolare, ha chiesto di ringraziare tutti coloro che hanno inviato messaggi di pronta guarigione.  Go raibh mile maith agaibh go lei.
Voglio congratularmi con Maurice Quinlivan per la sua determinazione a pulire il suo buon nome.
Alla fine Willie è inciampato sui suoi baffi, ma state sicuri che sarebbe ancora in questo governo terribile se Maurice non avesse preso posizione. Maith an far Maurice.
Sarà la fine degli attacchi contro il Sinn Fein? Certo che no. L’unica differenza tra Willie e gli altri che insultano e pugnalano alla schiena è  che Willie è stato colto in fallo.
Dato che questo governo barcolla verso le elezioni ci si può aspettare altro. Ma abbiamo un messaggio per il governo e i suoi compagni di viaggio. Non ci devono essere dubbi su questo. Dato il mandato, il Sinn Fein smantellerà la cultura del clientelismo politico e i circoli dorati.
Questo partito orgoglioso è interessato solo a fare la differenza in positivo nella la vita del popolo irlandese. Coloro che dicono che questo non è possibile dovrebbero guardare a ciò che sta emergendo grazie ai nostri sforzi nel governo del Nord.
Ciò include la lotta alla povertà, vuol dire viaggiare gratis per gli over 60; la fine del ticket e il congelamento della tassa regionale. I ministri del Sinn Fein hanno introdotto assistenti di classe in ogni classe P1 e P2, abbiamo investito nelle scuole, posti di lavoro, in infrastrutture. Abbiamo scongiurato le spese per l’acqua, e portato avanti
finanziamenti per affrontare la povertà rurale e l’esclusione sociale.
Tutto ciò che il Sinn Fein ha fatto è radicato nella Equality Agenda. È per questo che alcune delle grandi iniziative, in particolare in materia di istruzione, hanno incontrato tanta resistenza.
L’opposizione alla rimozione dell’11 plus è principalmente guidato da un concetto di classe e nasce dalla volontà di una piccola minoranza di proteggere un sistema di disparità. I genitori vogliono il meglio per i loro figli. Anche noi.
Ogni scuola dovrebbe essere una buona scuola e ogni bambino dovrebbe avere piena parità di opportunità. Sono assolutamente convinto che questa sarà il risultato, non ultimo grazie alla leadership mostrata dal Ministro del’ Istruzione, Caitriona Ruane, da pedagogisti progressisti e insegnanti.
Nel corso delle prossime settimane le elezioni di Westminster ci daranno l’ occasione per rafforzare il nostro mandato. Il Sinn Fein sarà candidato in ogni circoscrizione elettorale nelle sei contee.
Se l’Assemblea del Nord continuerà fino alla fine del suo mandato tutte le comunità del nord, avranno beneficiato dal Sinn Fein nel governo. Stiamo già pianificando per la prossima Assemblea.
Vogliamo costruire sui successi del nostro team all’Assemblea e porre più sfide per il Sinn Fein nel governo.
E fatemi invitare i telespettatori a casa, ad aiutarci a scrivere quel manifesto per il cambiamento. Il Sinn Fein organizzerà nuovamente incontri alla Town Hall.
Vogliamo essere per il cittadino la via al governo. Vi invito a venire – a porre questioni – le vostre esigenze – le vostre richieste per l’esecutivo.
L’unionismo? L’unionismo sa che il Sinn Fein è un partner disponibile in un governo che è reattivo, efficace e sa consegnare. Uno dei grandi compiti che attendono l’Esecutivo è quello di eliminare il settarismo. La maggior parte della gente vuole questo. C’è lavoro per tutti.
Ma spetta agli unionisti dimostrare che unionismo e  settarismo non sono la stessa cosa e che sono contro il settarismo come lo siamo noi.
Luaigh me nios luaithe na haislingigh naoi deag se deag agus fis a bhi acu. Bhi fis ag Wolfe Tone roimhe sin. Chuir seisean sios ar an nasc leis an Bhreatain mar foinse dar gcuid triobloidi polaitiula go leir. Caithfidh muid teacht ar ais chuige agus muid ag ullmhu don chead chuid eile den turas don Phoblacht Nua.
[Per molti versi, siamo tornati a Wolfe Tone e alla necessità di unire cattolici, protestanti e dissenzienti. Facciamo questo facendo amicizia con gli unionisti e sviluppando  normali relazioni umane basate sulla tolleranza, il rispetto e l’uguaglianza. Vorrei essere chiaro su questo, l’unità della gente nella vita quotidiana e l’unità di questo grande paese grande è  parte dello stesso sforzo umano.]
Il Sinn Fein ritiene che un’Irlanda libera, indipendente e unita abbia un senso politico ed economico.
L’anno scorso ho esposto la nostra intenzione di impegnarci con la diaspora irlandese e di raccogliere la sua forza politica a sostegno di una Irlanda Unita.
Nel corso degli ultimi dodici mesi, migliaia di persone si sono riunite a New York, San Francisco, Toronto e Londra in occasione di conferenze importanti per mettere in il loro peso alla domanda per l’unità irlandese. Questa campagna sta raggiungendo l’apice. Ora è il momento di rendere la partizione storia. Ora è il tempo di costruire un’Irlanda di cui possiamo essere fieri.
Il Sinn Fein è unito e forte. Il Sinn Fein guarda al futuro. Il Sinn Fein sta prendendo posizione.
L’esercito britannico, le bande, il regime Orangista vecchio e i governi non ci hanno spezzato. La censura, il carcere e gli squadroni della morte non ci hanno spezzato.
Nessun tipo di propaganda  nella stampa di Tony O’Reilly ci spezzerà.
20 anni fa, Nelson Mandela – Madiba – il primo presidente di un Sud Africa libero – è uscito uomo libero dal carcere.
20 anni fa c’era la guerra in Irlanda.
Così, quando qualcuno vi dice che che l’apartheid non avrà mai fine, o che la pace non è possibile, o che un’Irlanda unita è ‘un’illusione’; o che non possiamo fare un accordo con il DUP, o che non possiamo battere questa recessione, non credeteci – non per un secondo. Credete in voi stessi.
Prendete posizione, fatelo accadere. Unitevi a noi


Related Articles

Concorso di video sull’Apartheid Israeliano

ITISAPARTHEID.ORG,, in collaborazione con la Campagna popolare Palestinese contro il Muro del Apartheid (STOP THE WALL), annuncia il primo concorso

Shocking new evidence in British supplies to Turkish killer drones

Shocking new evidence reveals a six-year secret history of British supplied technology that has fuelled Turkey’s dirty drone wars.

Hevrin Khalaf to have a plaque in Garden of the Righteous people in Milan

Kurdish activist Hevrin Khalaf is among the new Giusti (righteous people) for 2020 to have a place in the Monte

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment