UNA CRISI CHE NON S’HA DA FARE

I governi spagnolo e venezuelano hanno voluto superare la possibile crisi diplomatica, causata dell’ordinanza del giudice della Audiencia  Nacional, Eloy Velasco che implicava il Governo di Hugo Chavez in una presunta collaborazione con i gruppi armati FARC ed ETA. In un comunicato congiunto, annunciato oggi dal Ministro degli Esteri spagnolo, Miguel Angel Moratinos, Spagna e Venezuela “ratificano la loro più energica condanna del terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni. Il governo venezuelano respinge e smentisce le informazioni pubblicate su una presunta collaborazione con l’organizzazione terrorista ETA, le cui attività rifiuta senza paliativi”. Nel comunicato si afferma che “Spagna e Venezuela dichiarano la loro ferma volontà di approfondire le relazioni amichevoli e fruttifere, basate su un’ampia collaborazione in tutti gli ambiti, includendo quello antiterrorista”

 


Related Articles

GRECIA E LA CRISI GLOBALE

Grecia. Anatomia di una crisi Intervista di Margeherita Dean con Petros Papakonstantinou, giornalista di “Kathimerinì” Peacereporter: http://it.peacereporter.net/articolo/21573/Grecia.+Anatomia+di+una+crisi Se dovessimo raccontare

Dengbêj of the Future: Herêm Nêrgîz

Herêm Nêrgîz was interested in Dengbêj at an early age in a musician family, and today she is taking Dengbêj and Baglama training by singing folk songs and strans.

Un anno dopo il golpe, la situazione non è normalizzata – Giorgio Trucchi

Nonostante gli sforzi intrapresi dal presidente Porfirio Lobo per presentare al mondo un paese sulla via della normalizzazione e della

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment