MESSICO: MASSACRI E RICCHEZZE

Loading

Altre 13 persone sono state uccise negli ultimi giorni nello stato messicano di Chihuahua alla frontiera con gli Stati Uniti. Il governo messicano guidato da Calderon sitrova incapace di affrontare questo stillicidio di vittime attribuito in gran parte alla guerra tra cartelli del narcotraffico. A Ciudad de Juarez (1,3 milioni di abitanti) considerata la città più violenta del Messico, dall’ inizio dell’anno sono 660 gli omicidi, mentre in tre anni in Messico cono stati registrati 16 mila morti ammazzati. Le misure repressive adottate dal governo messicano, compreso l’utilizzo dell’esercito con 50 mila soldati, sono state l’unica risposta a questa escalation di omicidi ma non ha dato nessun risultato. Secondo il presidente della commissione dei Diritti Umani del Distretto Federale (CDHDF), Luis Gonzales Placencia, dinnanzi alla incapacità dello Stato e della società di generare aspettative per i giovani, la delinquenza organizzata ha trovato in questo settore della società un’importante fonte di risorse umane. Secondo l’Obundsman della capitale, la strategia contro la delinquenza messa in atto dallo Stato si centra solo nel combattere la violenza, però paradossalmente la risposta sembra ancora più violenta che quella della stessa delinquenza. Per Placencia è invece necessario  attendere alle necessità basiche di educazione, salute lavoro e benessere dei giovani. E’ necessario, per Placenecia, creare modelli di cooperazione a livello familiare, poiché a differenza del modello competitivo, dove c’è un solo vincitore e molti sconfitti, quello della cooperazione favorisce il senso della comunità. Il Messico è un paese di 115 milioni abitanti delle quali un 54%, circa 65 milioni, in condizione di povertà. Secondo alcune fonti la cifra aumenterebbe 75 milioni. Di fronte a due terzi della popolazione povera, il Messico registra una concentrazione di ricchezze sempre maggiore come rivela la  rivista statunitense,  Forbes nell’annuale lista dei 1000 più ricchi uomini al mondo. In questa lista 10 sono messicani tra i quali il magnate messicano Helu Slim considerato il più ricco uomo al mondo con un fortuna stimata in 35 miliardi dollari.

Fonti: TeleSur, La Jornada,


Related Articles

Kurds against wall of shame

Loading

The ruling AKP government has sped up the building of the unlawful wall between Mardin’s Nusaybin district and the Qamishlo city in West Kurdistan. The construction companies building the wall are kept secret and the municipality of Nusaybin is provided with no information about the wall being built.

Speaking to ANF about the ‘wall of shame’, mayor of Nusaybin Ay?e Gökkan remarked that the wall is being built at a time when the Kurdish people expect the government to remove wire fences and demine the border region.

Calling attention to the refusal of such walls across the world, Gökkan reminded of the fall of the Berlin Wall in 1989, and Turkish Prime Minister Recep Tayyip Erdo?an’s ‘wall of shame’ comment for the wall Israel built between Gaza and West Bank.

L’era del Lobo (Lupo) – Giorgio Trucchi

Loading

Più di 700 violazioni ai diritti umani – includendo dodici omicidi – è il risultato dell’indagine realizzata dal COFADEH dal

Police harassment of HDP deputies continues

Loading

HDP lawmakers met in Istiklal Street despite being surrounded and harassed by police to hand out leaflets to call for

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment