TURCHIA: ARMI CHIMICHE CONTRO PKK?

Apcom. L’esercito turco avrebbe utilizzato armi chimiche contro i guerriglieri del Pkk. Lo scrive oggi il sito online del quotidiano tedesco TagesZeitung (Taz), spiegando come una serie di perizie avrebbero confermato le accuse lanciate da diverse organizzazioni per i diritti umani. “Foto di corpi carbonizzati, di membra umane distrutte, irriconoscibili”: sono i resti di otto membri del Pkk, uccisi lo scorso settembre durante un attacco dell’esercito turco. Gli attivisti curdi hanno consegnato le immagini una delegazione tedesca di attivisti, politici e giornalisti: l’autenticità degli scatti è stata confermata, così come la causa della morte, dovuta ad agenti chimici. In Turchia, già da tempo le organizzazioni per i diritti umani esigono spiegazioni – riepiloga il settimanale Der Spiegel – ma finora da parte dell’esercito ci sono stati solo silenzi. Così come da parte del primo ministro Recep Tayyp Erdogan, che ridimensiona il tema a “propaganda filo-Pkk”. Socialdemocratici e Verdi tedeschi chiedono alla Turchia di autorizzare un’inchiesta indipendente internazionale sul presunto utilizzo di armi chimiche contro il Pkk: “E’ assolutamente necessario che la vicenda venga verificata dall’esterno. Il governo turco non lo può impedire”, ha dichiarato la presidente dei Verdi, Claudia Roth alla Taz

 

FONTE: http://www.uikionlus.com/

 

 


Related Articles

Sonia Jacinto, Miren Zabaleta, Arkaitz Rodriguez, Arnaldo Otegi…..

Tra meno di un mese saranno trascorsi due anni dalla operazione di polizia che portò all’arresto di 10 esponenti della sinistra indipendentista basca tra cui Sonia Jacinto, Miren Zabaleta, Arkaitz Rodriguez e Arnaldo Otegi. Operazione diretta dal giudice Baltazar Garzon che cadrà in disgrazia di li a poco a causa del sistema politico che con tanto impegno e ardore si era impegnato a difendere. Quello nato dalla assoluzione del regime franchista. E quella ultima operazione contra la sinistra indipendentista racchiude simbolicamente il senso di una vicenda politica che oggi evidenzia anche a chi “non ha voluto vedere in questi anni” i termini della questione. Una democrazia che non poteva evolversi, quella spagnola, vista l’origine viziata dalla omertà politica istituzionale dell’origine franchista. La sinistra indipendentista, unica reale e concreta contestazione a questa mancata origine costituente democratica sia spagnola e di conseguenza basca delle istituzioni politiche, che sceglie di abbandonare la strategia politico militare e di lanciare/accettare la sfida sul terreno strettamente politico.

Sinn Féin oppose visit by English Queen – Events List

Sinn Féin is opposed to this visit by the queen of England.  The party believes it is premature and will

DUE ANNI AD ARNALDO OTEGI

Il Tribunale dell’Audiencia Nacional, presieduto dal giudice Angela Murillo, ha condannato a due anni e 16 di inabilitazione assoluta a

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment