COLOMBIA: PRESENZA PARAMILITARE IN EUROPA.

Loading

Come aveva denunciato la senatrice colombiana  Piedad Cordoba, ci sono molti elementi che confermano la presenza di narco paramilitari colombiani in Spagna ed in Europa. Un tema ovviato dai grandi mezzi d’informazione che invece hanno dato risalto alla iniziativa del Giudice spagnolo Velasco su un presunto piano di azione contro diplomatici colombiani da parte delle FARC con l’appoggio dell’ETA. Esiste invece una direttiva elaborata nel 2002 dall’ex direttore del DAS, i servizi segreti ascritti alla presidenza del governo colombiano, Jorge Noguera Cotes per la creazione di “100.00 amici all’estero” appoggiata dal vicepresidente ed attuale candidato presidenziale Francisco Santos. Una iniziativa questa, parallela al piano di spionaggio diplomatico contro movimenti e governi di sinistra latinoamericani come ha rivelato un membro del DAS in una intervista realizzata dal giornalista colombiano Holman Harris.  I sospetti che questa trama civile sia estesa in vari paesi venne denunciato, ad esempio, in Costa Rica nel 2005 con la persecuzione del rifugiato politico Hernando Vanegas che a causa del suo rifiuto a collaborare con il DAS  sfuggi ad un sequestro, fatto questo che portò l’ACNUR, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, a trovare un rifugio in Svezia al dissidente colombiano. L’avvocato Enrique Santiago, che difende cittadini colombiani in Spagna sostiene che “c’è una importante collaborazione nella polizia spagnola ed europea con i corpi di sicurezza colombiani, i quali a loro volta hanno una chiara connivenza con i gruppi paramilitari che perseguono ed  minacciano i rifugiati ed esiliati colombiani in Spagna ed in tutta Europa”.


Related Articles

DIRIGENTI BASCHI RINVIATI A GIUDIZIO

Loading

Arnaldo Otegi, Rafa Díez, Sonia Jacinto, Arkaitz Rodríguez, Miren Zabaleta, Amaia Esnal, Txelui Moreno y Mañel Serra esponenti della sinistra

«Es el momento ideal para el feminismo islámico» – Asma Lamrabet

Loading

          Garazi Mugertza. Gara. Asma Lamrabet nació en Rabat (Marruecos), donde actualmente reside y trabaja en

BILDU, SECONDA FORZA POLITICA IN EUSKAL HERRIA SUD. E’ SOLO L’INIZIO

Loading

  haien berri txarrak gure berri onak direlako! le loro brutte notizie sono le nostre buone notizie!      

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment