FASCISTI ATTACCANO STUDENTI KURDI A MUGLA

FASCISTI ATTACCANO STUDENTI KURDI A MUGLA

Uno studente a Mu?la, in Turchia, è stato ferito da una pallottola sparata da un poliziotto. Gruppi di fascisti hanno assalito i giovani studenti kurdi. Tutto sotto gli occhi della polizia che prima è rimasta a guardare e poi ha caricato gli studenti aggrediti. Il bilancio degli scontri è stato di oltre un centinaio di studenti fermati, diversi i feriti. Nelle prime ore del mattino di mercoledì un gruppo di circa 1500 fascisti e simpatizzanti nazionalisti hanno manifestato per la cittadina cantando l’inno turco e scandendo slogan anti PKK e contro i kurdi.

Gli studenti dell’università hanno deciso di tenere una manifestazione di protesta contro gli attacchi dei fascisti, ma si sono ritrovati aggrediti sia dai nazionalisti che dalla polizia. I giovani hanno dato alle fiamme dei cassonetti delle immondizie prima di essere travolti dai poliziotti che hanno usato lacrimogeni e hanno sparato colpi di arma da fuoco.

Poche ore dopo gli incidenti di Mu?la il vice premier, Cemil Cicek, in visita in Svizzera ha voluto esprimere il suo commento sui bambini rinchiusi nelle carceri per aver tirato pietre a manifestazioni in cui la polizia caricava. I bambini detenuti sono 7000. Cicek ha commentato che “in realtà questi sono minori, ma non si possono certo definire bambini. Perchè in Turchia – ha detto – spesso la data di nascita registrata dai genitori non corrisponde a quella reale”. 

Le dichiarazioni del vice premier hanno suscitato lo sdegno della comunità kurda all’estero che ha definito ‘immorali’ le parole di Cicek.


Related Articles

IPOCRISIA NUCLEARE

Jonathan Tirone. Bloomberg/ICH. Investigatori della Nazioni Unite che vennero incaricati di redigere un rapporto sulle capacità nucleari di Israele non

Resistance in Sur: Workers find body during excavation work

A body believed to belong to a person killed by the Turkish state during the autonomous-government resistance in 2015 was found in the borough of Sur, in Amed.

Speaking to Welat Newspaper on condition of anonymity an employee of a company working in Sur said that they found a “body wrapped in a white cloth” during the excavations carried out on 5 February in the area between the Catholic Church and Hasırlı Mosque.

LA SINDACA DI HERNANI ASSOLTA

Il Tribunale Supremo spagnolo ha assolto Marian Beitialarrangoitia sindaco della sinistra indipendentista di Hernani dalla accusa di apologia di terrorismo.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment