BLACKWATER, MERCENARI IMPUNI E BEN PAGATI

Loading

Democracy Now Il governo statunitense ha deciso di non intraprendere iniziative giudiziarie contro la compagnia militare privata Blackwater, per aver cercato di assicurarsi affari per al difesa nel sud del Sudan mentre il paese africano si trovava sottoposto a sanzioni economiche USA. BLACKWATER che da anni viene impiegata e pagata, per operazioni di “sicurezza” nelle zone di conflitto dove operano le forze militari statunitensi, è conosciuta  per le sue modalità di azione sbrigative come il 16 settembre 2007 in Iraq dove uomini della Blackwater uccisero 17 civili iracheni. Ha conferma della buona considerazione che gode anche nell’ amministrazione Obama, la compagnia privata militare statunitense ha ottenuto  nuovi contratti. 100 milioni di dollari per la custodia di installazioni della CIA in Afghanistan ed altri paesi e 120 milioni di dollari per al custodia di consolati statunitensi in due città afgane.  Una questione quella della sicurezza che trova motivi sempre più consistenti visto il l’ennesimo tragico disastro della guerra, soprattutto statunitense, in Afganistan. Oltre alle migliaia di vittime civili afgane  anche le forze di occupazione registrano constanti perdite. La Asociated Press informa che nel mese di giugno sono morti 76 soldati della forza di occupazione internazionale, dei quali 46 statunitensi.  Il maggior numero di vittime dall’inizio della invasione 9 anni fa. Nel luglio del 2009 i militari morti erano stati 75

 

 

 


Related Articles

Ocalan chiede al PKK di prolungare cessate il fuoco

Loading

 

Dopo il nuovo incontro con emissari dello stato turco, il leader del PKK attraverso i suoi legali ha chiesto all’organizzazione kurda di estendere il cessate il fuoco per alcuni mesi. Ocalan aveva fissato il 15 giugno (tre giorni dopo le elezioni politiche) come data ultima per rivedere la sua posizione all’interno del processo delicato in atto in Turchia. Ocalan ha chiesto al parlamento e ai nuovi 36 deputati eletti con il Blocco Lavoro, Democrazia e Libertà di avviare al più presto la discussione sulla nuova costituzione e sulla soluzione della questione kurda

Kurdish leader Abdullah Ocalan extended the unilateral ceasefire which was declared by the PKK for an undisclosed time perod but said that the process should last within a few months.

Kurdish leader Abdullah Ocalan extended the unilateral ceasefire which was declared by the PKK for an undisclosed time perod but said that the process should last within a few months.
Ocalan had earlier stated that he will decide about the fate of the ceasefire on 15 June, three days after thr general elections in Turkey. Ocalan anounced his decision to extend the ceasefire in a meeting with his lawyers in Imrali Island High Security Prison where he is held for 11 years.

A new webpage for a new Colombia

Loading

By creating an autonomous and independent webpage, the FARC-EP aims to provide journalists and the society with its own version of events, alternative point of views, opinions, debate

‘Uniting Ireland and its People in Peace and Prosperity’ – summary

Loading

The Joint Committee on the Implementation of the Good Friday Agreement in its work programme approved by the Dublin parliament appointed Senator

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment