NUOVA INIZIATIVA DICHIARAZIONE DI BRUXELLES

In un breve comunicato firmato dal facilitatore sudafricano Brian Currin, i firmanti la Dichiarazione di Bruxelles, annunciano che hanno deciso “stabilire un Gruppo di Contatto Internazionale di cinque persone” dopo la pertinente consultazione “con vari partiti interessati”. Questa decisione è conseguenza “delle difficoltà logistiche di lavorare con un gruppo numeroso di persone di differenti parti del mondo e la necessita di coinvolgersi in queste questioni in modo rapido ed efficiente”

I dettagli su questo gruppo, le persone che ne faranno parte e le funzioni che avrà verranno rese note in ottobre. Nella nota diffusa dal movimento basco per il dialogo Lokarri, Currin rende noto che “sono stati consultati ognuno dei firmatari” sui receneti comunicati di ETA e la risposta che ha dato la stessa Dichiarazione di Bruxelles. Sulla questione Currin riafferma che la richiesta avanzata in marzo alla organizzazione armata “si mantiene cosi come fu presentata: che dichiari un alto al fuoco unilaterale, verificabile e permanente”


Related Articles

IL CASO GARZON: OMERTA’ STORICA E POLITICA

Il caso del giudice Baltazar Garzon sta scuotendo il  dibattito politico in Spagna. Il procedimento aperto nei suoi confronti dal

LA CORTE SUPREMA DICE NO ALLA LEGALIZZAZIONE DI SORTU

La Corte Suprema spagnola ha negato status legale al nuovo partito della Izquierda Abertzale, Sortu. La Corte ha comunicato che

Kurdish journalist died in Serêkaniyê

Free press worker Vedat Erdemci died in an air raid on Serêkaniyê on the third day of the Turkish invasion.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment