PECHINO, MENO SPESE MILITARI

Loading

Il bilancio della Difesa cinese per il prossimo anno, rappresenta il minor incremento degli ultimi dieci anni. Il governo cinese continua a focalizzarsi sulla crescita economica e a superare definitivamente le conseguenze della crisi economica ed insiste nella natura totalmente difensiva del suo esercito.

Il bilancio annuale militare è stato fissato in 532.000 milioni di yuan (57.000 milioni di euro), il che suppone un incremento del 7,5% rispetto all’ esercizio precedente, secondo quanto ha annunciato il portavoce del parlamento, Li Zhaoxing, alla vigilia della sessione plenaria dell’ Assemblea Nazionale Popolare (Parlamento). Li ha ricordato che la spesa significa un 1,4% del PIL, rispetto al 4% abbondante degli USA o al 2,4% di potenze minori come lo Stato francese e la Gran Bretagna. Nonostante questo le potenze occidentali insistono nel porre l’accento che il bilancio dell’ esercito cinese si è quintuplicato dal 1999, fatto questo che Pechino giustifica nell’ambito di un piano di modernizzazione.


Related Articles

GRECIA E LA CRISI GLOBALE

Loading

Grecia. Anatomia di una crisi Intervista di Margeherita Dean con Petros Papakonstantinou, giornalista di “Kathimerinì” Peacereporter: http://it.peacereporter.net/articolo/21573/Grecia.+Anatomia+di+una+crisi Se dovessimo raccontare

August 1969. It all changed forever

Loading

August 69 was a turning point for the North and for many of us who lived here. The Civil Rights Association had been campaigning for an end to discrimination by the Unionist regime at Stormont

Who we are

Loading

siamo un gruppo di giornalisti, scrittori, militanti, attivisti we are a group of journalists, writers, militants, activists. If you like

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment