COSTITUZIONE E MAQUILLAGE

Il primo sondaggio indipendente realizzato tra la popolazione turca per capire se gli emendamenti alla costituzione proposti dal governo islamico dell’AKP incontrano i favori dei cittadini, dice che il 51% degli interpellati approva le modifiche. Un sondaggio va preso con le pinze, evidentemente, anche perché a livello di istituzioni e partiti politici la situazione è assai diversa. Il presidente del PKK, Abdullah Ocalan, ribadisce dal carcere che in questa costituzione non c’è nulla per i kurdi. L’opposizione kemalista del CHP (partito della repubblica del popolo) non si accanisce sull’AKP ma guarda con sufficienza alle modifiche proposte. Per non parlare della magistratura che boccia senza mezzi termini gli emendamenti. Il presidente della corte costituzionale, Abdurrahman Yalç?nkaya, ha detto che i cambiamenti proposti sono “antidemocratici” e ha esortato il governo a recedere da modifiche che renderebbero il sistema giudiziario soggetto a interferenze politiche.
Indifferente alle critiche, il governo va avanti per la sua strada. La commissione costituzionale del parlamento sta infatti dibattendo gli emendamenti. Cinque dei cambiamenti proposti sono già stati adottati dalla commissione.


Related Articles

LA PROPOSTA DI SINISTRA INDIPENDENTISTA, EA E ALTERNATIBA PER LE ELEZIONI GENERALI SPAGNOLE

Le forze politiche della Sinistra Indipendentista, EA e Alternatiba vogliono presentare alla società basca una riflessione e una proposta per

Bay?k: Kurdish National Congress should be grounded on a democratic model

Speaking to Yeni Özgür Politika daily about the Kurdish National Congress, and the reasons for its repeated postponement, KCK (Kurdistan

BIN LADEN IL FRANKENSTEIN CREATO DALLA CIA – Enrico Piovesana

Peacereporter. Figlio di un magnate delle costruzioni di origine yemenita (Mohammed Awad Bin Laden) e di una donna di origine siriana, Osama nasce il 10 marzo 1957 a Riyadh, capitale dell’Arabia Saudita. All’età di 13 anni perde il padre. A 17 si sposa con la prima delle tre mogli, una ragazza siriana, sua parente. Il matrimonio a una così giovane età fa parte – per il suo carattere di protezione dalla corruzione e dall’immoralità – della rigida educazione religiosa che gli viene impartita. Compie tutti i suoi studi nelle scuole della città di Gedda, fino a conseguire la laurea in Management ed Economia all’università Re Abdul Aziz.

In questo periodo si accosta al movimento della “Fratellanza musulmana” e, negli anni che seguono, inizia a stringere sempre più stretti contatti con numerosi gruppi di integralisti islamici. Oltre che ad accumulare una discreta fortuna occupandosi della gestione dell’impresa paterna. Abbandonerà tale attività nel 1979 quando, a seguito dell’invasione dell’Afghanistan da parte di truppe sovietiche, si dedicherà ad aiutare i fratelli musulmani contro i “senzadio” comunisti. Inizia infatti ad investire le proprie ricchezze per reclutare volontari, e, in seguito, per addestrarli e per fornirgli le armi necessarie per combattere al fianco dei mujaheddin afgani. Crea così il gruppo del “Fronte di salvezza islamico”, potendo tra l’altro contare, oltre che sui propri fondi, anche sull’aiuto economico proveniente dagli Stati Uniti e sul appoggio della Cia (vedi sotto “Blowback”).

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment