BAMBINI IN ISOLAMENTO NEL CARCERE DI DIYARBAKIR

37 ragazzi detenuti nel carcere di tipo E di Diyarbakir per aver lanciato pietre, hanno avuto una pena di 3 giorni in cella di isolamento, senza poter aver accesso all’ora d’aria e alle attività ricreative. A seguito della decisione presa dalle autorità carcerarie di non dare medicine a un amico malato dei ragazzi, i giovani il 4 maggio scorso avevano avviato una protesta, dando fuoco ai letti per protestare contro le condizioni detentive in cui si trovano. Per questo hanno ricevuto una punizione disciplinare.
Arif Akkaya, avvocato appartenente alla sede di Diyarbakir dell’Iniziativa Giustizia per i bambini’ ha detto all’Agenzia d’Informazione Firat che “ai bambini sarà vietato di fare sport per 3 settimane, per 3 giorni non potranno beneficiare dell’ora d’aria e dovranno stare in isolamento 3 giorni. Inoltre, l’amministrazione ha aperto un’inchiesta contro i ragazzi per aver attentato alla proprietà pubblica”.
Akkaya ha anche espresso la sua preoccupazione e quella degli attivisti dell’Iniziativa Giustizia per i bambini”  aggiungendo che sono psicologicamente molto provati, dichiarando che non esclude che essi potrebbero tentare anche il suicidio. Akkaya ha sottolineato come sarebbe l’amministrazione penitenziaria l’unica responsabile delle conseguenze che l’isolamento potrebbe provocare sui bambini.


Related Articles

Turkish-ISIS Belt replaces Arab Belt

“The demographics of Syria’s most stable and secure lands is being changed by the joint plan of the UN (United

Rap, hip hop, undergorund: l’Avana musicale

La Madriguera è un edificio immerso nel verde, nel parco della Quinta de Los Molinos, la ex residenza del generale

UNA LEGALITA’ CHE PREOCCUPA

La presentazione del nuovo partito della sinistra indipendentista ha già provocato diverse reazioni politiche. Il PNV attraverso il suo presidente

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment