DIRIGENTE INDIGENO UCCISO IN MESSICO.

 Nuovo omicidio politico nello stato messicano dell’ Oaxaca. Il dirigente indigeno Timoteo Alejandro Ramirez assieme alla sua sposa sono stati uccisi da un commando armato. L’omicidio è stato perpetrato nella comunità autonoma di San Juan Copale, nello stato di Oaxaca. In una conferenza stampa il portavoce della comunità indigena Triqui, Jorge Albino, ha chiesto al presidente messicano Felipe Calderon ed al ministero di giustizia di indagare l’omicidio. Il portavoce ha accusato il governato di Oaxaca Ulises Ruiz Ortiz ed la gruppo Movimiento de Unificacion de Lucha Triqui (MULT) di essere responsabili dell’attentato. 28 persone hanno perso la vita dall’ inizio del conflitto indigeno nel novembre del 2009. Tra le vittime si trovano la difensora dei diritti umani Beatriz Carino e l’osservatore internazionale finlandese Jyri Antero Jakkola, ucciso nell’attacco, di alcune settimane fa, contro la caravona di solidarietà internazionale con il Municipio Autonomo di San Juan Copala 


Related Articles

Barcelona Council approved emergency aid fund for Rojava

The Plenary of Barcelona Municipal Council has approved a declaration in which it rejects the military invasion launched by the

ATTENTATO FALLITO IN IRLANDA DEL NORD

Continuano a ripetersi gli attentati in Irlanda del Nord contro la polizia o l’esercito britannico. La polizia nordirlandese ha rivenuto

Fraga, ese centauro – Alberto Moyano

          eljukebox El Diario Vasco A la muerte de Fraga, sólo cabe recordar que el presidente

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment